Bellezze aquilane: l’anfiteatro romano di Amiternum

Una passeggiata nel tempo Nei pressi di San Vittorino, circa 9 km a nord-ovest dell’Aquila, sono situati i resti dell’anfiteatro romano di Amiternum. Dell’antica città italica sabina, il cui toponimo antico deriverebbe dal nome del vicino fiume Aterno, è possibile vedere, oltre all’anfiteatro, un teatro e la pianta di una domus, che costituiscono il sito archeologico principale di Leggi di piùBellezze aquilane: l’anfiteatro romano di Amiternum[…]

iL’AquilaTV !!!

Finalmente iL’Aquila sbarca su AppleTV!!! iL’AquilaTV è la versione per AppleTV di iL’Aquila, la prima applicazione dedicata alla città dell’Aquila. Con iL’AquilaTV potrete leggere la sua storia, visualizzare delle splendide foto e restare aggiornati con un estratto delle principali notizie sul Capoluogo. Per informazioni, suggerimenti, consigli scrivete a ilaquila.app@gmail.com! Inoltre, per restare aggiornati, diventate fan Leggi di piùiL’AquilaTV !!![…]

I borghi dell’Abruzzo aquilano: Castel del Monte

Il paese delle streghe All’interno del Parco nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga ad un’altitudine superiore ai 1346 m s.l.m. si staglia Castel del Monte, la capitale dei pastori. Castel del Monte è un altro esempio, come numerosi borghi fortificati della zona dell’aquilano, del processo di incastellamento. La fuga da una vicina città Leggi di piùI borghi dell’Abruzzo aquilano: Castel del Monte[…]

Palazzi aquilani: Palazzo Cappa-Camponeschi

E’ uno dei più importanti edifici storici cittadini, un gioiello dell’architettura civile del centro storico dell’Aquila. Palazzo Camponeschi nacque a fine Trecento, come casa di campagna della famiglia Camponeschi, che andava lì in villeggiatura. Per molto tempo restò isolato e solo nel Seicento vennero costruite altre abitazioni, poi demolite per far posto a Palazzo Ardinghelli. Il palazzo Leggi di piùPalazzi aquilani: Palazzo Cappa-Camponeschi[…]

Pillole di storia aquilana: la ricostruzione

Per volere di Carlo I d’Angiò la città dell’Aquila fu ricostruita in breve volger di tempo, secondo i patti stipulati, i cui termini somigliano ad un vero e proprio piano urbanistico. Il territorio dell’Aquila venne diviso in lotti (i “locali”) i quali furono assegnato ai castelli fondatori, previo pagamento di una tassa (12 carlini ovvero un Leggi di piùPillole di storia aquilana: la ricostruzione[…]

I borghi dell’Abruzzo aquilano: Santo Stefano di Sessanio

Il nido d’aquila del Gran Sasso Nel Distretto Terre della Baronia, ovvero quella porzione del Gran Sasso meridionale che nel basso Medioevo è appartenuta alla  Baronia di Carapelle, si erge Santo Stefano di Sessanio, un gioiello architettonico di epoca medievale interamente conservato e perfettamente inserito nel paesaggio circostante. Il 7 agosto 2002  il direttore del Parco Nazionale del Gran Leggi di piùI borghi dell’Abruzzo aquilano: Santo Stefano di Sessanio[…]

Pillole di storia aquilana: dalla distruzione alla rinascita

Manfredi, figlio di Federico II, alla morte del padre (1250) era stato designato dai baroni re di Sicilia e governava in nome del nipote Corradino. Ci si trovava in una fase acuta della lotta tra il papa e gli Svevi. La traslazione della diocesi produsse l’effetto di avvicinare L’Aquila alla parte guelfa. La città, ancora Leggi di piùPillole di storia aquilana: dalla distruzione alla rinascita[…]

Palazzi aquilani: Palazzo Lely-Gualtieri

Costruito nel 1700 e situato nel quartiere di Santa Maria Paganica, tra Piazza Chiarino, Via Garibaldi, Via Pavesi e Piazza S. Maria Paganica, Palazzo Lely-Gualtieri è stato oggetto di un corposo intervento di restauro e consolidamento dopo il sisma del 2009. L’edificio, catalogato quale “bene culturale con dichiarazione di interesse culturale“, è tornato all’antico splendore Leggi di piùPalazzi aquilani: Palazzo Lely-Gualtieri[…]

I borghi dell’Abruzzo aquilano: Rocca Calascio

Il castello di Lady Hawke Nel 1985 uscì Lady Hawke, un film che ebbe molto successo, grazie alla formula tutta americana anni ’80 del fantasy innocente e fiabesco, molto diverso da quello odierno. Nella pellicola, un castello in rovina fa da rifugio a Imperius, il monaco interpretato da Leo McKern. Il castello in questione, adattato con aggiunte Leggi di piùI borghi dell’Abruzzo aquilano: Rocca Calascio[…]