Palazzi aquilani: Palazzo Burri-Gatti

Palazzo Burri Gatti è inserito nel quarto di S.Maria: la parte al piano terra viene utilizzata per locali ad uso commerciale, mentre i piani superiori ad abitazione.

La parte più significativa di tutto l’edificio è senza dubbio il cortile. Nella facciata è da notare il portale d’accesso, riferibile alla seconda metà del XV secolo. Il vano rettangolare, ampio e slanciato, è incorniciato alla classica con architrave ornato da uno stemma con nastri svolazzati.

Al cortile si giunge attraverso un lungo e stretto androne, tipici del primo rinascimento, perfettamente conservati. Il porticato si svolge su due lati, mediante tre arcate per parte, sorrette da colonne dal fusto liscio, base attica, capitelli stilizzati corinzi ancora medioevaleggianti, con grosse foglie acquatiche e minuscoli caulicoli.

Sugli altri due lati della pianta quadrata si svolge lo scalone. L’accesso alla scala è dato da un portale durazzesco. Una volta con arco sorregge la scala. Al primo piano vi è una vasta altana con colonne dello stesso tipo del piano terreno e pilastrini di legno a sostegno della tettoia in legno a faccia vista.

[FONTE: quilaquila – portale di informazione turistica della città dell’Aquila]

Di seguito alcune foto dello splendido palazzo e la sua posizione su Google Maps.

NOTA: attendere il caricamento delle immagini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *